IL COLESTEROLO

COS’È

Lactoflorenre_dettaglio_1

Il colesterolo è una molecola di grasso appartenente alla classe degli steroli.
Non essendo solubile nel sangue dev’essere incapsulata in altre strutture per poter essere trasportata nelle diverse parti dell’organismo e svolgere le sue numerose funzioni.
Le lipoproteine sono classificate secondo la loro densità in lipoproteine a bassa o bassissima densità (VLDL Very Low Density Lipoproteins – e  LDL  Low Density Lipoproteins: lipoproteine a bassa densità) e lipoproteine ad alta densità ( HDL High Density Lipoproteins).
Le lipoproteine a bassa e bassissima densità (LDL e VLDL) sono la componente di colesterolo associata al rischio cardiovascolare, il cosiddetto “colesterolo cattivo”, contrariamente alle lipoproteine ad alta densità (HDL) che rappresentano il “colesterolo buono”.

LE SUE FUNZIONI

Lactoflorenre_dettaglio_2

Il colesterolo è un componente essenziale per la membrana cellulare di tutte le cellule animali, della quale ne regola la densità; svolge inoltre numerose funzioni fondamentali per il nostro organismo quali:
– insieme alle molecole proteiche regola lo scambio di sostanze messaggere tramite la membrana cellulare;
– è conivolto nella crescita e nella divisione cellulare;
– è la sostanza base per la sintesi degli ormoni steroidei;
– è essenziale per lo sviluppo embrionale;
– la parte prodotta nel fegato è impiegata principalmente per la produzione di bile, una sostanza secreta nel duodeno che serve a emulsionare i lipidi alimentari per renderli assorbibili dall’intestino tenue.

QUANDO DIVENTA
UN KILLER

Lactoflorenre_dettaglio_3

Il colesterolo è una sostanza normalmente presente nel nostro organismo e, come abbiamo già evidenziato, le sue funzioni sono indispensabili per il nostro benessere; ma è importante tenere il cosiddetto colesterolo cattivo sotto controllo.
In base alle attuali evidenze scientifiche una concentrazione eccessiva di colesterolo cattivo può portare a un suo accumulo nella parete arteriosa e quindi predisporre all’aterosclerosi, che consiste nella formazione di una placca (placca aterosclerotica) che riduce l’ampiezza del vaso sanguigno e può generare ischemia (blocco del flusso sanguigno) e trombosi (distacco della placca che entra in circolo e può generare occlusione di un vaso sanguigno).
Il rischio di queste malattie cardiovascolari (MCV) aumenta alla presenza di alcuni fattori:
– età: il tempo usura la pompa cardiaca e il sistema vascolare;
– familiarità: in questi casi, si parla d’ipercolesterolemia familiare;
– ipertensione: il cuore che spinge il sangue nei vasi ad alta pressione deve lavorare di più e spendere più energia, quindi si deformerà più facilmente diventando meno efficiente;
– sovrappeso e obesità: il cuore e i vasi portando sangue a una massa corporea superiore svolgono un lavoro maggiore;
– diabete: alti livelli di zuccheri nel sangue possono danneggiare gravemente il sistema vascolare;
– fumo di sigaretta: la nicotina causa la contrazione delle arterie, aumenta la frequenza cardiaca e la pressione arteriosa;
– sedentarietà: favorisce l’aumento del colesterolo totale, dei trigliceridi, della glicemia e della pressione arteriosa.

L’IMPORTANZA
DELLA PREVENZIONE

Lactoflorenre_dettaglio_4

Le malattie cardiovascolari (MCV) sono la prima causa di morte nell’UE e negli USA; dato che non si manifestano in alcun modo è importante effettuare un check up per accorgersi, nel caso, del problema: una semplice analisi del sangue, effettuata con regolarità, ci permetterà di conoscere un aspetto importante della nostra salute che altrimenti rischia di sfuggire.
Una volta avuto l’esito è fondamentale rivolgersi al proprio medico curante per decidere, nel caso, come intervenire.

Trigliceridi Alti

Trigliceridi Alti? Con Lactoflorene Colesterolo favorisci il mantenimento dei normali livelli di colesterolo nel sangue.

Attenzione: la fascia borderline presenta un profilo di rischio più elevato anche se non è definita patologia.

COME AIUTARLO

Lactoflorenre_dettaglio_5

Come abbiamo visto ci sono diversi fattori di rischio: alcuni non possono essere modificati (età e predisposizione familiare), su altri (colesterolemia, ipertensione etc.) è invece possibile intervenire mantenendo uno stile di vita sano, è quindi importante:
– seguire un’alimentazione sana ed equilibrata;
– diminuire la quantità di grassi saturi, presenti in tutti gli alimenti di origine animale (in maggior quantità nei formaggi e nelle carni rosse);
– scegliamo con attenzione il metodo di cottura (meglio quello a vapore o alla griglia piuttosto che la frittura o la padella);
– svolgere un’attività fisica regolare;
– controllare l’ipertensione;
In questo impegno quotidiano possiamo ulteriormente aiutare il nostro organismo con Lactoflorene Colesterolo, i cui componenti attivi favoriscono l’equilibrio della flora batterica intestinale e contribuiscono al mantenimento di livelli normali di colesterolo nel sangue.

Trigliceridi alti